La Banca Digitale del Regno Unito Ziglu lancia i pagamenti P2P per Bitcoin e Bitcoin Cash

La banca Ziglu, con sede a Londra, ha dichiarato lunedì che ha ottenuto la licenza di Electronic Money Institution (EMI) dall’Autorità di Condotta Finanziaria del Regno Unito. Dopo aver ricevuto il permesso, lo start-up fintech ha immediatamente lanciato i pagamenti peer-to-peer (P2P) sia per le valute crypto che fiat.

Il fondatore e amministratore delegato di Ziglu

Il fondatore e amministratore delegato di Ziglu, Mark Hipperson, ha dichiarato che la licenza EMI consente all’azienda di emettere moneta elettronica (e-money) e di fornire servizi di pagamento. La licenza è stata rilasciata il 1° settembre, più di un anno dopo la richiesta iniziale. Essa richiedeva inoltre che l’azienda si conformasse a severe norme anti-riciclaggio del denaro.

La banca digitale ora supporta la sterlina britannica e altre quattro attività crittografiche – bitcoin (BTC), bitcoin cash (BCH), ethereum (ETH) e litecoin (LTC). Ciò significa che gli utenti dell’applicazione Ziglu possono ora effettuare pagamenti peer-to-peer attraverso la rete, o verso altre banche nel Regno Unito, utilizzando le monete supportate.

„Pagare le persone dovrebbe essere istantaneo, gratuito e facile, indipendentemente dalla loro posizione o dalla valuta, sia che si tratti di dividere il costo del tuo Airbnb o di inviare un regalo di compleanno bitcoin“, ha opinato Hipperson, in una dichiarazione inviata via e-mail a news.Bitcoin.com.

Lanciata a giugno, Ziglu ha raccolto 5,25 milioni di sterline (6,93 milioni di dollari) in finanziamenti iniziali, apparentemente „per fornire un accesso trasparente e semplice alla crittovaluta“. La società afferma che il totale delle attività digitali è assicurato contro i cyber-attacchi, fino al valore di 50.000 sterline (66.000 dollari), con commissioni dell’1,25% su tutte le attività di trading.

Hipperson ha detto che i numeri degli utenti

Hipperson ha detto che i numeri degli utenti dell’applicazione Ziglu attualmente sono „le basse migliaia… [ma] sto puntando a cento milioni di clienti nei prossimi sei o sette anni“, secondo una pubblicazione del settore. L’azienda sta anche progettando di svelare una carta di debito Mastercard cripto-abilitata in tre settimane, mentre cerca di espandersi in Europa e negli Stati Uniti all’inizio del 2021, ha detto il rapporto.

Negli ultimi anni il numero delle banche cripto-oriented è aumentato costantemente, per colmare il divario, fornendo servizi a un settore a lungo evitato dalle banche tradizionali.